Concepimento incinta durante ciclo mestruale
Concepimento incinta durante ciclo mestruale
in ,

Concepimento: è possibile rimanere incinta durante il ciclo mestruale?

Rimanere incinta durante il ciclo mestruale è possibile? Scopriamolo assieme!

La gravidanza è sicuramente una delle esperienze più belle che una coppia possa vivere e condividere. Tuttavia vi sono alcune circostanze in cui si preferisce rimandare questo momento per vari motivi che possono differire da persona a persona. A tal fine è bene ricordare che se non si desidera una gravidanza è fondamentale avere dei rapporti protetti. Proprio in questo ambito in molti si pongono la domanda se è possibile rimanere incinta durante il ciclo mestruale. Ebbene, entriamo nei dettagli e cerchiamo di scoprirlo assieme!

Rimanere incinta durante il ciclo mestruale?

In base a quanto dimostrato dai vari studi in materia, rimanere incinta durante il ciclo mestruale è più difficile, ma questo non vuol dire che sia impossibile. Gli spermatozoi, infatti, riescono a sopravvivere per un po’ e nel corso dell’ovulazione possono riuscire ad incontrare il gamete femminile, dando così luogo alla fecondazione e quindi al concepimento.

In particolare, nel caso in cui si abbia un rapporto sessuale una settimana prima dell’ovulazione, è possibile avere una gravidanza. In parole povere, se il vostro ciclo dura una settimana e avete un rapporto al sesto giorno, al settimo vi è l’ovulazione. Questo si presenta come un margine di tempo sufficiente agli spermatozoi per poter sopravvivere e dare il via alla fecondazione. È invece, almeno dal punto di vista teorico, quasi improbabile rimanere incinta se si ha un rapporto sessuale subito prima del ciclo. Questo perché l’ovocita non c’è e lo spermatozoo dovrebbe resistere abbastanza a lungo da poter incontrare e fecondare quello del ciclo mestruale seguente.

Per chiarire al meglio le probabilità di rimanere incinta in riferimento al proprio ciclo mestruale facciamo il seguente esempio. Se avete le mestruazione domani e un rapporto oggi, allora sarà molto improbabile la fecondazione. Al contrario, se avete un rapporto durante il ciclo mestruale, vi è la possibilità che lo spermatozoo incontri l’ovocita e pertanto fecondarlo.

Rimanere incinta e avere il ciclo mestruale è possibile?

Può sembrare strano, eppure vi sono alcuni casi, davvero rari, di donne che pur essendo incinta continuano ad avere delle perdite di sangue, pensando si tratti di mestruazioni. Nella maggior parte dei casi, in realtà, si tratta di perdite di sangue diverse da quelle del ciclo e possono essere ricondotte a minacce di aborto oppure ad una gravidanza ectopica, ovvero al di fuori della sede fisiologica. In altri casi casi, invece, si tratta di perdete legate al fatto che la placenta non abbia ancora ricoperto in modo completo l’endometrio. In ogni caso, se fate un test di gravidanza il cui risultato è positivo e continuate ad avere delle perdite, è meglio non perdere tempo. Rivolgetevi al vostro medico, o meglio al ginecologo, per fare immediatamente gli opportuni accertamenti del caso.

Alcuni consigli utili

A questo punto è chiaro che rimanere incinta durante il ciclo mestruale è possibile, anche se meno probabile. Proprio per questo motivo non si può pensare di avere un rapporto durante questo periodo senza protezione, con la convinzione che non si corra il rischio di una gravidanza.

In quest’ultimo caso, infatti, l’unica soluzione opportuna è rappresenta dall’avere solamente rapporti protetti, attraverso l’uso di contraccettivi. Non solo, a tal proposito ricordiamo che l’uso del preservativo aiuta anche a proteggere da malattie trasmissibili sessualmente.

Al contrario, se il vostro desiderio è proprio quello di concepire, il nostro consiglio è quello di aumentare i rapporti amorosi con il vostro partner, anche durante il ciclo mestruale. Anche se le probabilità sono inferiori, questo non vuol dire che sia impossibile.


Tagcloud:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

bambini in auto

Bambini in auto: come rendere il viaggio sicuro

Bambini e mamme: come affrontare il ritorno a scuola